Uno spazio da trasformare va prima di tutto conosciuto

AdminCactus on novembre 20, 2017

Uno spazio da trasformare va prima di tutto CONOSCIUTO.
Ogni progettista ha il suo metodo, le sue fissazioni o scaramanzie, i suoi tempi, ma soprattutto il suo sguardo per fare questo.

Io passeggio, mentre mi torturo le labbra per la CURIOSITA’ cerco di sentire il rumore dei miei passi e il rimbombo delle voce nello spazio vuoto.
I sensi vanno dilatati per progettare come si deve. Le misure sanno prenderle tutti, o quasi tutti…ma per avere un feeling con uno spazio si ha bisogno di tutti i film visti ,i viaggi, le letture e le chiacchierate della propria vita.

È da folli ? Forse si , ma se in questa vita non ci “inzuppi” un po’ di follia è sicuro che nulla potrà davvero cambiare.
Se si entra in contatto con l’atmosfera di un luogo ,meglio se non gigantesco o dispersivo, è difficile che non si sia in grado di valorizzarlo e allora la passione e la sicurezza di chi immagina qualcosa che ancora non esiste rende inutile qualsiasi rendering.

Il progetto è soprattutto talento ed emozione; è questo che va trasmesso, non solo una serie immagini virtuali prive di ARTIGIANALITA’.

 

Se sogni una casa o un arredamento, un progetto che racchiuda tutto questo, devi sempre scegliere qualcuno come noi di Gruppo Cactus, che lavoriamo per realizzare i tuoi progetti con dedizione ed energia, ogni giorno.

[views]

0 comments
Post a comment